Where did everybody go? (the lonely colours of a never ending summer)

Where did everybody go? (the lonely colours of a never ending summer)

E’ un progetto fotografico svolto con uno smartphone e con una vecchia fotocamera bridge. Concepito durante lunghe passeggiate sulla spiaggia di Sampieri (rg) nell’estate del 2015, può essere considerato come un breve reportage su una estate desolata ma tuttavia serena. Nessun soggetto è stato modificato o spostato per esigenze narrative. Il progetto appare subito molto semplice nella forma, i colori sono accesi e le scene simmetriche, i luoghi o le persone ritratte esprimono un senso di abbandono, di attesa o di ricerca. Le sedie di un’intera famiglia lasciate vuote sulla spiaggia deserta o un bimbo solo sul molo di fronte a un mare immenso, dicono che qualcuno ha lasciato tutto lì e se ne è andato. “Where did everybody go?”, infatti, dove sono andati a finire tutti?

Nonostante gli scenari vuoti e la sottile malinconia che li attraversa, il progetto si risolve però in una solitudine sostenibile in grado di cogliere la varietà del mondo e di comprendere che questa condizione, anche se probabilmente durerà per sempre, potrà essere comunque colorata e vivace come un’estate. “The lonely colours of a never ending summer”.

Questo slideshow richiede JavaScript.