La pena

Stanno lì, dentro le stanze anguste dei loro giorni, piegati a fare i conti sulla polvere, questi ragionieri dell’esistenza.
Non sanno cosa sia l’amicizia, la generosità, l’amore, il godimento che si prova a essere ogni tanto inutili.
Ogni loro azione è politica, ogni loro gesto è interessato, ogni loro attenzione verso l’altro è puro calcolo.
Che pena che mi fanno mentre arano i loro campi secchi.

#4 Ph. Gabriele Drago

ilColoredelCanecheCorre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...